i sogni nei cassetti

di sogni riposti nel cassetto ne abbiamo in abbondanza…ma ahimè i cassetti ci servono anche per altro! e se quelli dei sogni possono essere sistemati in un angolino lezioso della nostra testolina, quelli per calzini e mutande, magliette e canotte devono assumere una consistenza più solida, riempire uno spazio reale all’interno della casa, essere presenti!

quando ci siamo trasferiti l’anno scorso a Chicco è stata assegnata da subito una bella cassettiera (già risistemata anni fa…ne trovate qualche traccia qui http://julietka.wordpress.com/riciclaggio-selvaggio/ se avete la pazienza di spulciare), mentre io ho deciso avrei sistemato la sua gemella per riporre parte della mia biancheria e abbigliamento. era una delle prime cose da fare…e infatti, come per il tavolo della cucina, è passato un anno prima che vi mettessi mano (mentre la cabina armadio rimaneva un dedalo di scatolini e scatoloni, inizialmente riempiti con suddivisioni abbastanza logiche e studiate ma che ultimamente versavano in condizioni di caos critico!).

alla fine comunque, ce l’abbiamo fatta…

IMG_9529

per prima cosa carteggiamo cercando di togliere il più possibile gli strati di smalti precedenti (ovviamente carteggio con una levigatrice elettrica perchè facendolo manualmente oltre a fare della gran fatica in più non otterrei lo stesso tipo di risultato)

IMG_20160115_103614

per questa fase ho potuto approfittare di un laboratorio professionale negli spazi delle Officine Creative di Zoia 🙂 Grazie Zoia, grazie LeLAbO’!

IMG_20160115_121753

IMG_9530

una volta carteggiata struttura e cassetti, mi dedico al cassetto rotto, a cui manca un pezzo di legno sul lato. lo sistemo con la pasta di legno all’acqua, riempiendo il buco un po’ alla volta, lasciando asciugare e poi inserendo altra pasta di legno e infine levigando il tutto.

IMG_0256

il colore: ho fatto una piccola truffa, ho cercato una tinta il più simile possibile a quella usata per la cassettiera gemella ridipinta anni fa…è stata un’impresa ardua e di fatti ho dovuto usare un colore leggermente diverso, l’ultima mano sul fronte dei cassetti e sull’esterno della struttura però sono riuscita a darla con il fondo di barattolo tenuto via dalla volta precedente! è bastato diluire lo smalto all’acqua rimasto con un po’ di acqua tiepida e mescolare energicamente con un bastoncino (io ho usato un bastoncino per cocktail che trovo molto efficace per questo genere di cose..oltre ad essere molto stiloso! 😉 )  per far riprendere il vecchio prodotto. è bastato giusto giusto, fino all’ultima goccia.

IMG_0258

piccola curiosità pratica: quando utilizzate barattoli di vernice, smalti, ecc. di piccole dimensioni, un elastico posizionato come nella foto eviterà di farvi riempire il bordo del contenitore di prodotto nel momento in cui scaricate il pennello

IMG_0259

IMG_0261

la cassettiera gemella gioca con i colori celeste e viola, il primo cassetto in alto a sinistra è infatti l’unico di colore viola. così il primo cassetto in alto a sinistra di questa cassettiera doveva essere bordeaux

IMG_0263

IMG_0264

la storia: questi cassetti erano contenitori per la frutta costruiti da mio nonno per il negozio di ortofrutta della nonna, tanti tanti tanti anni fa, inizialmente erano di colore verde. quando si sono trasferiti nella casa nuova (mia mamma e mia zia erano ragazzine) mio nonno ha creato nella camera delle ragazze un armadio su misura (che resiste tutt’ora), i cassetti della frutta sono stati quindi dipinti di bianco e inseriti nell’armadio. l’anno in cui io e mia sorella ci siamo emancipate andando a vivere da sole ho chiesto a mia mamma di potermi portare via i cassetti della frutta…permesso accordato e nuovo colore scelto!

IMG_0268IMG_0269

IMG_0296

ecco le cassettiere gemelle riunite nella cabina armadio

IMG_0297

cassettiera posizionata finalmente nel suo angolino 🙂

IMG_0302

tutto pronto e in ordine..almeno per ora 😉

Annunci

One thought on “i sogni nei cassetti

  1. Pingback: Nuovo anno in Cascina Palazzolo | cialdini 35

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...